Il Respiro del Pubblico Festival 23

“Il Respiro del Pubblico Festival 23” torna per la sua terza edizione. La volontà è ancora quella di concentrarsi sul ruolo, il peso e il potere dello spettatore. Quest’anno è stato scelto come filo conduttore che legasse tutti gli spettacoli l’immagine dei fantasmi, il concetto di assenza e presenza e di evocazione di qualcosa che manca o che, se c’è, è diverso da come noi lo immaginiamo, ma soprattutto di qualcosa che dialoga dall’altro lato della soglia. Anche gli spettatori sono alle volte fantasmi di cui si avverte solo vagamente la presenza, che guardano in piedi sulla soglia fra la vita reale e il teatro. E come sempre avviene in teatro: si varca un confine in cui ciò che esiste vive solo nel momento di massima finzione.

Urbano Fantastico

Conosciamo davvero la città in cui abitiamo? Ne conosciamo le origini, i personaggi che l’hanno resa grande, i luoghi segreti, i giardini, la storia, i suoi geni e le sue potenzialità, le leggende e le mitologie? Oppure lo attraversiamo distrattamente senza respirarla?La risposta è “Urbano Fantastico” che si propone di far conoscere la città ai suoi stessi abitanti attraverso Azioni Artistiche diffuse.

Il Respiro del Pubblico Festival 22

Cantiere Obraz apre la seconda edizione de IL RESPIRO DEL PUBBLICO, il festival di teatro che pone al centro lo scambio fra attore e spettatore. Anche gli spettacoli di quest’anno, infatti, sono stati scelti proprio in base alla ricerca di un rapporto inedito e non-convenzionale fra gli artisti e il pubblico. Questa scelta viene dalla necessità profonda di promuovere un teatro che metta a confronto due tipi di attività: quella di chi agisce sul palco e quella di chi guarda.